Servizio tecnico

895.895.0852

GDPR, situazione attuale: aspetti positivi e criticità

Il GDPR in Italia oggi non è più una novità, le aziende si muovono verso il cambiamento ma gli ostacoli sono ancora molti

GDPR oggi

Il GDPR, il Regolamento europeo per la protezione dei dati, non ha ancora raggiunto piena applicabilità in Italia, dove le opportunità da cogliere si intrecciano con le molte criticità.

Il 25 maggio 2018 è scaduto il periodo di due anni concesso alle aziende che trattano dati personali per adeguarsi alle disposizioni contenute nel Regolamento.

Se molte imprese hanno innescato un cambiamento interno e sfruttato il GDPR nel 2019 per garantire più privacy e accrescere la brand reputation, altre sono andate incontro a pesanti sanzioni. Vediamo nel dettaglio problematiche e opportunità.

GDPR in Italia oggi: le criticità

Oggi, in Italia, l’adeguamento al GDPR è ancora molto incerto, complici le imprese e le istituzioni che non sempre si conformano alle nuove direttive imposte dall’Unione Europea sul tema della privacy.

Per il GDPR la situazione attuale in Italia è quindi ancora ambigua perché capita spesso di trovare portali con informative ancora aggiornate all’art. 13 della 196/2003, abrogato e sostituito dal GDPR nel 2016.

Nel 2019, a un anno dall’entrata in vigore del nuovo Regolamento sulla protezione dei dati personali, le resistenze di fronte ai nuovi adempimenti sono ancora elevate. Alcuni ambiti risultano di difficile attuazione e sussistono dubbi in merito all’applicabilità della normativa.

Manca inoltre una cultura aziendale attorno all’importanza della tutela della privacy, visto che tanto i dipendenti quanto i dirigenti non comprendono ancora l’importanza di questa evoluzione.

A queste criticità si aggiunge il timore di sanzioni elevate, tanto che l’Italia occupa il quinto posto in Europa per il numero di sanzioni emesse, a seguito di violazioni del GDPR. Altri ostacoli sono la mancanza di risorse da destinare alle attività previste dal GDPR e l’assenza di tecnologie e sistemi di sicurezza efficaci.

Le opportunità che offre il GDPR nel 2019

L’adeguamento al GDPR in Italia oggi rappresenta una necessità per le imprese, i professionisti e gli enti, considerati i progressi tecnologici e il ruolo sempre più predominante che hanno i dati. Tutelare la privacy e quindi assicurare la massima sicurezza dei propri clienti è un imperativo per tutti coloro che devono gestire dati altrui.

Il Regolamento costituisce infatti l’opportunità per ottimizzare le proprie procedure di gestione ed elaborazione dati, migliorare i processi interni e garantire maggiore trasparenza nella gestione delle informazioni raccolte.

Tutelare la privacy si traduce inoltre in un accrescimento della brand reputation perché le persone percepiscono l’importanza che la sicurezza dei loro dati personali ricopre per le aziende. Le imprese che si adeguano al GDPR possono infatti dimostrare ai clienti che sono in grado di proteggere i loro dati, ancora prima di raccoglierli, e questo sforzo viene ripagato con la loro fiducia.

L’adeguamento al GDPR, nella situazione attuale, permette di incrementare il vantaggio competitivo delle imprese che razionalizzano i loro processi, automatizzano la raccolta dei dati ed esercitano un maggiore controllo sulla sicurezza. Una tutela non solo per i clienti ma anche per il core business aziendale, che viene protetto da cyber attacchi, sempre più frequenti. Per le aziende i dati sono quindi un asset fondamentale, il vero valore della loro attività, e averne il pieno controllo grazie al GDPR è segno di stabilità a lungo termine.

Per ricevere in anteprima news sulla videosorveglianza iscriviti qui