Servizio tecnico

895.895.0852

Sblocca cantieri: l’emendamento che dice sì alle telecamere in scuole materne e case di riposo

È entrato in vigore da qualche settimana l’emendamento che permette la videosorveglianza a circuito chiuso nelle scuole materne e nelle strutture socio sanitarie.

Sblocca cantieri: l’emendamento che dice sì alle telecamere in scuole materne e case di riposo

L’obiettivo che l’emendamento approvato in Senato alla fine del mese di maggio vuole rispettare è garantire una maggior tutela delle persone a rischio di maltrattamenti come i bambini e gli anziani e con loro anche disabili.

L’installazione di sistemi di videosorveglianza mira a monitorare la condotta di maestre, educatori e operatori socio-sanitari che troppo spesso mettono a rischio la sicurezza di giovanissimi, anziani o portatori di handicap che si trovano in asili, scuole materne e case di riposo, luoghi che invece dovrebbero accoglierli.

Telecamere asili e telecamere case di riposo, c’è l’ok perché sono luoghi di lavoro

Le strutture coinvolte nell’installazione di impianti di videosorveglianza sono sì luoghi sensibili di cui la privacy va tutelata, ma sono al contempo luoghi di lavoro dove la disciplina del controllo del cliente è valida.

Quindi via libera all’installazione di telecamere in asili e strutture socio-sanitarie, previa autorizzazione, come è previsto dalla nuova normativa vigente, interpello numero 3 dell’8 maggio 2019.

Finanziamenti videosorveglianza, cosa prevede l’emendamento sblocca cantieri

Questo emendamento legato all’installazione di telecamere, prevede da parte del Ministero dell’Interno una disponibilità pari a 5 milioni di Euro per l’anno in corso, il 2019 e un budget di 15 milioni di Euro per il quadriennio 2020 – 2024. I fondi erogati dal Ministero dell’Interno agli enti locali serviranno anche per l’acquisto di apparecchiature finalizzate alla conservazione delle immagini per un periodo di tempo adeguato.

Queste sono le somme a disposizione dei comuni italiani, che potranno usufruirne installando le telecamere di videosorveglianza in ogni aula della scuola. Il Governo italiano ne stanzierà altrettanti per dare la possibilità alle case di riposo diurne, residenziali e semiresidenziali di installare telecamere adeguate all’interno della struttura, senza specificare se in corridoi o stanze.

Tutte le news sulla videosorveglianza le trovi qui, iscriviti