Servizio tecnico

895.895.0852

BONUS SICUREZZA 2022: tutto quello che c’è da sapere

BONUS SICUREZZA 2022

Un sistema di sicurezza è un’ottima soluzione per prevenire furti, violazioni della privacy e, in generale, tutelare il benessere della famiglia. Per incentivare tale spesa il Bonus Sicurezza 2022 permette di risparmiare il 50% delle spese sostenute per l’acquisto, l’installazione e la progettazione di impianti di diverso tipo, come sistemi di allarme e antifurti, volti ad aumentare la sicurezza della propria abitazione. È valido per importi massimi di spesa di 96mila euro.

Come richiedere il Bonus Sicurezza 2022

Il Bonus Sicurezza è stato prorogato grazie alla Legge di Bilancio 2022, quindi le spese sono cumulabili fino al 31 dicembre 2022. Per usufruirne non è necessario presentare alcuna domanda, poichè si tratta di una detrazione fiscale che scatta solo in dichiarazione dei redditi: è sufficiente indicare i dati di pagamento, l’importo totale speso l’anno precedente, i dati catastali dell’immobile in cui si sono effettuati i lavori, allegando la relativa documentazione. Il rimborso è ripartito in dieci quote annuali di pari importo.

Quali lavori possono beneficiare del Bonus Sicurezza 2022?

Nello specifico, stando a quanto stabilito dalle norme attuali, l’incentivo può essere richiesto per l’istallazione di:

  • sistemi di videosorveglianza professionale a circuito chiuso (TVCC);
  • porte blindate;
  • sistemi di allarme;
  • impianti antifurto e impianti antintrusione;
  • impianto rilevazione incendi e impianti evacuazioni e controllo fumi;
  • sistemi controllo degli accessi e dispositivi per la protezione da allagamenti e fughe di gas;
  • del sistema nebbiogeno.

Rientrando nella categoria delle misure previste per le ristrutturazioni edilizie 2022, il Bonus comprende, tra le spese agevolabili, quelle per l'esecuzione dei lavori, ma anche:

  • Costi di progettazione e delle prestazioni professionali connesse
  • Spese per la messa a norma degli impianti elettrici
  • Acquisto dei materiali
  • Compenso per la certificazione di conformità dei lavori
  • Perizie e sopralluoghi

Chi ha diritto a richiedere il Bonus Sicurezza 2022?

Possono usufruire delle agevolazioni fiscali previste dal Bonus Sicurezza tutti i contribuenti privati residenti e non residenti in Italia soggetti al pagamento dell’imposta Irpef, più i contribuenti titolari di impresa con Partita IVA che, a qualunque titolo, possiedono l'immobile oggetto dell'agevolazione.

Possono, in particolare, richiedere il Bonus Sicurezza per la casa 2022:

  • proprietari dell’immobile;
  • titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione);
  • inquilini di casa in affitto;
  • comodatari;
  • familiari conviventi del proprietario dell’immobile a condizione di documentare le spese sostenute per la ristrutturazione edilizia/sicurezza;
  • imprenditori individuali, società semplici o società in nome collettivo.

Tra i requisiti richiesti, è necessario essere in regola con i pagamenti Imu.